La battaglia per la 3° stella _ 4 COMMENTA  

La battaglia per la 3° stella _ 4 COMMENTA  

Al termine di una lunga querelle fra la dirigenza juventina e la federazione italiana gioco calcio in merito alla 3° stella da inserire sulla maglia, per indicare i 30 scudetti conquistati, la società bianconera ha deciso di non inserire nessuna stella ma una scritta che ha il compito di ricordare e rivendicare i suoi 30 scudetti conquistati sul campo.


Questa mossa è volutamente polemica nei confronti della federazione, anche se tecnicamente l’autorizzazione per apporre qualsiasi scritta sulla maglia deve sempre arrivare dalla federazione … .

Questa mossa è una vera e propria lotta contro il sistema, un sistema che in questa circostanza ha penalizzato la Juventus; particolare da sottolineare però è che quando il sistema aveva “avallato” decisioni a favore della Juventus contro altre squadre i dirigenti juventini avevano sempre rintuzzato le polemiche affermando che il campo aveva espresso il  verdetto e che quindi le altre squadre dovevano rispettarlo.


Come dobbiamo intendere il comportamento dei dirigenti juventini ?

Ora che sono stati penalizzati si sentono defraudati ? E’ difficile fare un computo dei torti e dei favori ricevuti, parlare di episodi è sempre riduttivo, si corre il rischio di ridurre il tutto ad un sottile gioco matematico.


In passato gli juventini (dirigenti, giocatori, addetti ai lavori, tifosi) hanno sempre ricordato che mai la società bianconera si lamentasse, la squadra aveva sempre accettato tutto perché il risultato del campo era una sentenza inappuntabile.

L'articolo prosegue subito dopo


Molti potrebbero sostenere che la maggior parte degli episodi sono sempre stati a favore della squadra torinese, certo è che anche gli juventini avrebbero qualche sassolino da togliersi, l’ultimo scudetto della Roma ad esempio venne ottenuto anche grazie ad un cambio in corsa dei regolamenti federali.

La Roma a Torino ottenne un pareggio proprio grazie alle prestazioni di due giocatori che non avrebbero potuto giocare …. , particolare non irrilevante la Juventus si attenne dall’inizio del campionato alle regole imposte dalla federazione, quello scudetto venne visto in maniera un poco sospetta da molti tifosi e dalla stessa dirigenza.

Naturalmente se la Juventus piange, molte squadre non sono da meno : Inter, Milan, Roma, Fiorentina, Torino potrebbero lamentare diversi episodi che sono costati scudetti o coppe, qui però rischiamo di aprire una discussione infinita.

In questo momento una riflessione mi pare risultare fondamentale, la dirigenza juventina si è sempre fatta vanto di non lamentarsi mai dei torti subiti, “accusando” le altre squadre di provincialismo, ora però le parti sembrano essersi rovesciate.

 

Cereda Stefano

Leggi anche

About Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*