La beffa Muntari

Inter

La beffa Muntari

Sulley Muntari
Sulley Muntari

Una annata come questa, rischia di diventare indimenticabile per l’Inter. Se alle pessime prestazioni della squadra si aggiunge la rete segnata ieri da Sulley Muntari a Cesena, nella prima partita disputata in rossonero da quello che all’Inter era considerato un bidone e di cui in tanti non vedevano l’ora di disfarsi, in modo da risparmiare su un ingaggio pesante, si capisce come l’ambiente interista non veda l’ora che la stagione finisca, anche perché di questo passo Zanetti e compagni, ormai praticamente scomparsi, rischiano di ritrovarsi a lottare per non retrocedere. Con la rete del ghanese, nella partita vinta dal Milan al Manuzzi, si sono raggiunti toni da pochade che nessuno credeva possibili. E’ vero che nel passato nemmeno remoto esistono casi clamorosi di giocatori dati per morti all’Inter e resuscitati sull’altra sponda (vedi Pirlo e Seedorf), ma qui si è andati ben oltre. Nel caso di Muntari, in molti all’Inter pensavano che il centrocampista ghanese, ormai, fosse pronto per una puntata di “Chi l’ha visto” e mai si sarebbero immaginati di ritrovarlo bello pimpante al Milan, dopo averlo offerto a mezzo mondo, ricevendo risposte tra il divertito e il seccato.

Invece, adesso tocca ricorrere a flaconi di Maalox per digerire il sorriso estasiato di Adriano Galliani, che probabilmente sta godendo come un riccio pensando all’ennesima beffa giocata alla dirigenza nerazzurra. Se qualcuno pensava che questo fosse un anno da dimenticare in fretta, di questo passo rischia di doversi ricredere e di doverlo ricordare a lungo…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...