La Beganovic in aula a Bari per il processo escort

Bari

La Beganovic in aula a Bari per il processo escort

La Beganovic in aula a Bari per il processo escort
La Beganovic in aula a Bari per il processo escort

Dopo due anni Sabina Beganovic si presenta al processo per la prima volta

Per lei l’accusa è di reclutamento e favoreggiamento alla prostituzione

Sabina Beganovic, la cosiddetta ‘Ape regina’ delle feste dell’ex premier Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli, si è presentata in aula al tribunale di Bari per la prima volta da quando il processo escort è cominciato, quasi due anni fa, con le accuse di reclutamento e favoreggiamento della prostituzione così come per l’imprenditore Gianpaolo Tarantini.

La Beganovic dichiara:

“Quando si ama una persona gli si dedica la vita. Berlusconi era un uomo meraviglioso, fantastico. Per me è stato prima un fidanzato poi come un padre. Io volevo difendere il presidente, ho dichiarato che facevo il ‘bunga bunga’, ma tutti sanno che non era vero. Ho organizzato tante cene, l’ho fatto per lui perché lui diceva che aveva bisogno di loro, volevo compiacerlo. Oggi mi pento e chiedo a Dio di perdonarmi”.

Il suo avvocato invece chiede l’assoluzione in quanto il fatto non sussisterebbe:

“Non è emerso alcun contatto diretto di Sabina Beganovic con nessuna di queste ragazze e non c’è prova di rapporti di natura sessuale consumati a Palazzo Grazioli la sera del 5 settembre 2008″, quella contestata all’imputata, piena soltanto di suggestioni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*