La borsa di Atene riapre e crolla: -16%

News

La borsa di Atene riapre e crolla: -16%

Ancora bufera sulla Grecia, che ha vissuto ieri la riapertura della borsa nazionale dopo cinque settimane di blocco forzato a causa delle vicissitudini politiche e economiche nazionali.
Le contrattazioni si sono riavviate all’insegna della perdita più spinta, con un -23% in apertura sul listino azionario.
Il calo maggiore è stato, come è ovvio che sia, sui titoli finanziari, legati all’andamento e, più in generale, allo stato di salute (pessimo) della banca nazionale greca.
In chiusura, il passivo si è stabilizzato su una percentuale attorno al -16%, valore grave, ma, quanto meno, più vicino alle attese.
Che ci sarebbero state forti perdite, infatti, era ovvio e previsto, perché, nell’abbondante mese di chiusura della borsa di Atene, tutti gli altri listini hanno avuti cali più o meno marcati in funzione della vicenda Grexit, nonché in conseguenza delle travagliate vicende che, anche in questo momento, affliggono i mercati asiatici, con la pericolosissima bolla cinese.
Atene, finora rimasta immune, ha pagato ieri in un solo colpo tutti gli arretrati, perciò la perdita registrata potrebbe non essere, tutto sommato, così significativa.
Da verificare invece la tenuta, a partire dalla riapertura di oggi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche