La campagna per l’acqua “Obbedienza Civile” a Palermo COMMENTA  

La campagna per l’acqua “Obbedienza Civile” a Palermo COMMENTA  

La campagna di “obbedienza civile” è stata lanciata dalla Federconsumatori, dalla Cgil e dall’associazione Liberacqua di Palermo: l’invito che queste organizzazioni rivolgono ai cittadini è di chiedere il rispetto degli esiti referendari dello scorso luglio, per cui anche di abrogare la norma che consentiva ai gestori di inserire nelle bollette dei cittadini la remunerazione del capitale investito.


Domani 22 marzo, in occasione della Giornata Mondiale sull’Acqua Pubblica, si terrà una conferenza stampa a partire dalle ore 10.30 presso la Cgil di via Giovanni Meli. Parteciperanno il segretario generale della Camera del lavoro Maurizio Calà, il presidente regionale Federconsumatori Lillo Vizzini e il fondatore di Liberacqua, Salvatore la Spisa. Durante questo evento sarà spiegata la modalità di coinvolgimento dei cittadini: si chiederà l’applicazione del risultato referendario e il rimborso sia ad Amap (Comune di Palermo) che ad Aps (Provincia di Palermo); le organizzazioni promotrici forniranno aiuto per compilare i moduli.


 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*