La casa nel vento dei morti

Roma

La casa nel vento dei morti

Esce oggi, in un solo cinema (The Space Cinema Parco de’ Medici)) l’ultimo piccolo horror italiano, La casa nel vento dei morti. Seconda regia di Francesco Campanini, dopo aver esordito nel 2008 con il noir Il solitario, questo piccolo film indipendente ambienta la propria storia negli insoliti anni 40 dove tre uomini fuggono dopo aver compiuto una rapina. Riparando in una casa isolata nella campagna, vengono accolti da quattro donne. Aldilà di alcune scelte insolite, queste sono le lente premesse tipiche per il genere horror, ma il film perde di forza quando improvvisamente sceglie di virare sulla brutalità più bieca. Indugiando troppo nella descrizione dei caratteri e tra gli spazi desolati, solitari e la campagna silenziosa nella quale vanno a riparare i tre sfortunati, nella seconda parte del film, del tutto slegata da quello che sarebbe dovuto essere il preludio alla suspense, si arriva ad una corsa estrema agli effetti horror poco plausibile, mancando l’opportunità di farne un buon film horror indipendente, tanto raro in Italia.

(trailer: http://www.youtube.com/watch?v=jvVI8jHVJTw)

Martina Bonichi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche