La caverna del serial killer trasformata in discoteca

Esteri

La caverna del serial killer trasformata in discoteca

29

Ti piacerebbe ascoltare musica e ballare in un luogo dove ha vissuto un serial killer che rapiva e uccideva bambini? Ai cubani sembra una cosa intrigante e la Disco Alaya di Trinidad è sempre molto frequentata. Collocata all’interno di una caverna situata sottoterra, si entra da uno stretto tunnel che sbuca in un salone dal pavimento in marmo con ha tre piste da ballo e tre bar, in cima un foro verso l’esterno consente il ricambio d’aria, ma soprattutto mantiene solida la struttura, sollecitata in modo rilevante dalla pressione delle onde sonore. Il nome, in origine “la grotta di Alaya”, deriva dall’uomo che vi abitava nel diciannovesdimo secolo, Carlos “Coco” Alaya, e che sembra avervi commesso i suoi terribili delitti. Alaya, per i bambini del luogo era l’incarnazione dell’uomo nero e, da ricerche storiche, è veramente esistito, anche se la sua vita poi è stata romanzata. I proprietari hanno giustificato la scelta con l’originalità del luogo, non del personaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche