La Chiesa di San Domenico Maggiore

Guide

La Chiesa di San Domenico Maggiore

Costruita tra il 1283 e il 1324 per volere di Carlo II d’Angiò, il complesso domenicano incorpora una preesistente chiesa del X secolo. L’interno è a croce latina a tre navate su archi gotici con cappelle laterali. Il pavimento settecentesco con disegni geometrici a fasce marmoree è del Vaccaro. L’interno è ricco di dipinti tra cui tele di Pietro Cavallini, Francesco Solimena e Tommaso De Vivo e di opere scultoree tra cui l’altare maggiore realizzato da Cosimo Fanzago. Suggestiva è la Sagrestia a forma rettangolare, con pavimenti in marmo e arredi lignei intagliati, che custodisce 45 casse sepolcrali di personaggi della nobiltà del Regno di Napoli. La volta della Sagrestia, ornata da stucchi e fregi, presenta un affresco del Solimena (1709).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*