La Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore nel suo massimo splendore

Cultura

La Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore nel suo massimo splendore

A Milano, la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore è tornata al suo splendore dopo un lungo periodo di restauro costato ben trent’anni di lavori e circa quattro milioni di euro. La chiesa, un tempo sede un tempo sede del più importante monastero femminile della città, appartenente all’ordine benedettino fu edificata nel 1503 sulle rovine di un’antica chiesa annessa al monastero, demolito nel 1799. Venne definita con il nome di Cappella Sistina di Milano e della Lombardia, per il vasto ciclo di affreschi di scuola leonardeschi al suo interno. La chiesa nel corso del tempo, ha subito notevoli interventi di restauro: alcuni per salvare in extremis alcuni affreschi compromessi dall’umidità, altre donazioni che hanno permesso il restauro delle cappelle, mentre il contributo della Banca Popolare di Milano aveva consentito di ripristinare gran parte degli affreschi della prima fascia. Ora grazie al restauro completato, i visitatori potranno lustrarsi gli occhi.

Fonte Foto: ilgiornaledellarte.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche