La città fantasma di Apice

Viaggi

La città fantasma di Apice

La città fantasma di Apice

Apice è una cittadina che si trova tra la provincia di Benevento e di Avellino, e si divide in Vecchia e Nuova. La parte vecchia è stata abbandonata in seguito al terremoto del 1962.

Apice Vecchia è una città fantasma, lasciata a sè stessa e abbandonata per ragioni di sicurezza. In seguito al terremoto di 40 anni fa, il Comune aveva deciso di trasferire l’intera popolazione in un luogo vicino, dove ricominciare una nuova vita, anche se lontano dalla propria casa.

Così, Apice è rimasta segnata dalle scosse di quel terremoto ma ha retto il peso di tutti questi anni passati senza che nessuno si curasse delle abitazioni, dei locali e delle scuole. L’unico cambiamento visibile è solamente quello della vegetazione, che ha ricoperto i muri delle case sostituendo il grigiore delle pareti al verde. Interi vicoli, stradine e piazzette sono immerse nella natura, accanto a case diroccate a cui è pericoloso avvicinarsi.

A 40 anni dal terremoto, sembra che ad Apice vecchia la vita si sia fermata, anzi, la vita qui si è veramente fermata.

Le lancette hanno smesso di scorrere, i giorni passano in silenzio, si percepisce solamente il rumore delle foglie scosse dal vento e il canto degli uccelli. E’ una città piena di ricordi, che vivono nella memoria dei suoi abitanti, ora trasferiti non molto lontano, che la fanno rivivere come un tempo.

Nonostante la violenza del terremoto, gli edifici hanno retto e sono ancora in piedi, in attesa di un restauro che forse non avverrà mai.

1 / 7
1 / 7
dfgs
download
ghsf
gsdfgs
hgd
sdfg
La città fantasma di Apice

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche