La città mai abitata

Viaggi

La città mai abitata

La città di cui stiamo per parlare, in realtà, non merita neanche la definizione di città. Secondo alcuni dizionari, tale definizione si associa ad un insediamento umano, esteso e stabile. Si parla quindi di uomini che risiedono stabilmente in un luogo. Ad Auli, un piccolo borgo svizzero, non è mai stato registrato alcun residente.
Auli è nata per scopi prettamente militari. E’ stato il governo svizzero a costruirla per dare ai propri militari un luogo in cui svolgere le proprie esercitazioni. Non un semplice “campo da simulazione” ma una vera e propria città, con strade, case, negozi e tutto il necessario. Probabilmente lo scopo principale del governo era creare un posto il più possibile simile alla realtà. E ed è riuscito nel suo scopo. Se non fosse per il cartello posto all’ingresso di Auli, che avverte che il passaggio è interdetto, si potrebbe pensare ad una città abbandonata.

Ma non è l’unico caso di città mai abitata. Ci sono molti altri esempi, soprattutto in Oriente.
Il governo cinese infatti ha stanziato miliardi di yen per costruire complessi residenziali. Gli edifici sono tantissimi. Non solo palazzi ma anche villette. delle vere e proprie piccole cittadine mai abitate da nessuno.
Un’enorme spreco di soldi e di spazi. Ciò che spinse il governo cinese alla costruzione di queste megalopoli verso la fine degli anni 90 era la pressione demografica oltre che l’inurbamento causato dai contadini proveniente dall’ovest. Previdenti come sempre. Il problema è che le previsioni non si concretizzarono e le città sono rimaste completamente vuote.

1 / 6
1 / 6
auli
Auli
fdg
Immagine
af
Auli 1

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Enrica Marrelli 456 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook