La corsa degli italiani alle abitazioni della City raggiunge livelli record COMMENTA  

La corsa degli italiani alle abitazioni della City raggiunge livelli record COMMENTA  

Interno di una abitazione
Interno di una abitazione

In un report elaborato da Knight Frank, colosso britannico dell’immobiliare, si può trovare una notizia che la dice lunga, ancora una volta, sulla voglia di una certa fetta di italiani, quelli che possono naturalmente, di cercare di sottrarre con ogni mezzo le risorse dovute al fisco.

Leggi anche: Quartiere Santa Giulia, nel 2009 riprenderanno i lavori

In base a questo report, gli italiani rappresentano infatti il gruppo nazionale maggioritario (l’8% dei contratti) nell’acquisto di abitazioni nella City. Il tutto è avvenuto nell’arco di soli due mesi, i primi del 2012.

La spiegazione data dagli esperti, è molto semplice e ha una origine congiunturale ben precisa, nata dalle ultime misure sugli immobili, prese dal governo Monti. Non è naturalmente questa la sola spiegazione su questa corsa degli italiani alla City, gara nella quale sono stati sbaragliati persino i russi, che pure sembrano avere risorse senza fondo da investire.

Pesano anche l’attuale debolezza della sterlina e la serie di benefit fiscali concessi agli stranieri dall’erario inglese, che il governo Cameron si guarda bene dal rimuovere, oltre al fatto che proprio a Londra si svolgeranno tra pochi mesi i Giochi Olimpici, ma tutti questi incentivi sono a disposizione anche dei ricchi di altri paesi, che invece non si sono precipitati all’investimento, come hanno fatto gli italiani.

L'articolo prosegue subito dopo

Di fronte a questo dato, viene ancora una volta alla mente la celebre affermazione di Giulio Andreotti, in base alla quale, a pensare male si fa peccato, ma spesso si indovina. E in un caso come questo, come si fa a non pensare male?

Leggi anche

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l'affitto
Economia

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l’affitto

In Italia aumentano le famiglie che non riescono a pagare la rata del mutuo e dell'affitto. Il numero di chi non arriva fine mese ha toccato il picco massimo degli ultimi 11 anni.   Circa il 5,4% delle famiglie italiane non paga regolarmente la rata del mutuo o la quota dell’affitto. Sempre più italiani  in `bolletta´, un valore che è cresciuto notevolmente e che nel 2015 ha raggiunto il livello massimo del decennio. Questi i risultati dell'indagine all'Istat sulle condizioni di vita, un indagine che evidenzia chiaramente che il 60% degli italiani fa fatica a effettuare regolarmente i pagamenti e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*