La cultura dello snowboard e Twitter COMMENTA  

La cultura dello snowboard e Twitter COMMENTA  


Twitter permette alle persone di condividere informazioni e interessi in comune. La cultura di coloro che sono appassionati di snowboard permette di scambiarsi opinioni riguardo idee, consigli, scherzi, ecc. Twitter permette di essere aggiornato sulle ultime novità dello snowboard, grazie alle riviste, ai festival, ecc.

Leggi anche: Milano da ri-scoprire aspettando l’autunno

Riviste:
collezionano immagini, storie e risultati delle gare. Molte di queste riviste hanno una forte presenza su Twitter. Per esempio la rivista “Transworld snowboard” con il relativo profilo su Twitter hanno una media di circa 12000 seguaci. Se vuoi interagire con gli snowboardisti, puoi collegarti ai link e ai video.

Leggi anche: Champions League 2016: gli eventi all’Unicredit Tower

Gli snowboarders:
sono circa 11 tra i più famosi da seguire su Twitter. Tra le figure più importanti che puoi seguire vi sono ex campioni di questo sport e c’è anche chi lo pratica. Per esempio, Jamie Anderson, che twitta da Lake Tatoe oppure Louis Vito che ha 38000 seguaci che lo seguono ogni volta che posta i suoi tweets.

Gli eventi:
grazie a Twitter puoi rimanere aggiornato sul calendario eventi, in quanto si organizzano gare e festivals.
Le considerazioni:
Twitter offre ai fan dello snowboard di interagire con le più grandi stelle di questo sport.

L'articolo prosegue subito dopo

Puoi tenerti sempre aggiornato sulla comunità e partecipare ai vari eventi in corso.

Leggi anche

Windows Store.
Tecnologia

Windows Store non scarica app: cosa fare

Download bloccati per motivi imperscrutabili: cosa fare quando il mai particolarmente munifico Windows Store non scarica le app? Ecco alcuni suggerimenti. Nella maggior parte dei casi, gli utenti di sistemi operativi come Windows o Android, ma anche di i normali possessori di un PC, per i loro acquisti telematici di software "utile", preferiscono andare a colpo sicuro su prodotti certificati e dalla verificata e verificabile reputazione. Ecco perché le principali fonti di aggiornamento di app e software rimangono i negozi online "ufficialmente riconosciuti", come Google Play o Windows Store. Per quanto riguarda quest'ultimo, tuttavia, c'è da registrare un bug alquanto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*