La Danimarca è il sesto paese a interrompere il trattato di Schengen

Attualità

La Danimarca è il sesto paese a interrompere il trattato di Schengen

La Danimarca è il sesto paese a interrompere il trattato di Schengen
La Danimarca è il sesto paese a interrompere il trattato di Schengen

La Danimarca ha deciso: interrompere temporaneamente l’accordo di Schengen sulla libera circolazione.

E’ stato deciso ieri da Copenaghen, capitale danese, per garantire la sicurezza della propria nazione. E’ il sesto paese dell’Unione Europea a prendere questa decisione, la quale potrebbe anche provocare la fine del famoso trattato ed ora tanto discusso, che permette ai cittadini europei di viaggiare in tutti i paesi dell’eurozona senza passaporti e subire controlli.

La Danimarca giustifica questa sua scelta non solo per la propria sicurezza, bensì per l’aumento dell’immigrazione a cui si è dovuto assistere per tutto il 2015. Secondo Copenaghen, in assenza di una strategia e una risoluzione del problema da parte dell’Unione Europea, è compito dei paesi membri prendere una decisione, anche se solo a livello nazionale. La scelta danese, e non solo, è comunque permessa dal trattato: la sospensione non sarà permanente, ma temporanea, rispettando così le norme accordate.

Ora c’è però il forte sentore che quello che sta capitando non sia un problema a livello europeo, ma anche interno; i governi nazionali non sono riusciti a trovare un accordo per l’accoglienza dei profughi e avviare delle misure di sicurezza, soprattutto dopo gli attentati di Parigi. Tutto questo si riversa poi sull’Europa, in stallo di fronte al problema senza soluzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche