La dieta ideale per chi lavora in ufficio COMMENTA  

La dieta ideale per chi lavora in ufficio COMMENTA  

Lavori dalle 9 alle 17, con una pausa pranzo di circa un’ora. La tua è una routine sedentaria che può scivolare in momenti di monotonia e accendere il desiderio di snack sfiziosi come anti-noia.

Spesso mangi in fretta gli alimenti sbagliati come panini farciti, focacce e bibite zuccherate. Il risultato è un pasto poco saziante poiché povero di nutrienti, ma ricco di calorie.

Il punto critico è la sedentarietà, che porta ad una alimentazione ipercalorica per tentare di coccolarsi e gratificarsi. Se in ufficio diventa difficile mantenere il peso forma è meglio correre ai ripari, seguendo qualche accorgimento per mettere d’accordo la linea con i ritmi di lavoro.

Eccoli:

1) Serve una colazione sostanziosa ma bilanciata. Ogni giorno, poi, via libera ad uno spuntino, da fare anche con i colleghi al bar o alla macchinetta, da alternare a mini pasti più proteici, come una barretta dietetica da tenere in borsa;

2) A pranzo ci vuole un pasto pratico, leggero ma nutriente, consumato in mensa o portato da casa;

3) A cena si può puntare su un pasto più sostanzioso ma proteico, con un contorno di verdure;

4) Il risultato è uno schema alimentare nutriente e ben bilanciato, che dia energia e riesca ad interrompere il circolo vizioso che spinge a cercare nel cibo una continua gratificazione.

L'articolo prosegue subito dopo

Ecco qualche proposta di spuntini: barretta proteica bilanciata, tè o tisana senza zucchero; cappuccino; spremuta di agrumi; cioccolata calda; 5-6 pistacchi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*