La difesa di pelle e labbra arriva dai frutti di bosco

Wellness

La difesa di pelle e labbra arriva dai frutti di bosco

Gelo, freddo, vento sono tutti fattori di stress per la nostra epiderme, assottigliandone il sottile mantello protettivo ed impoverendolo di elementi nutrienti. I capillari si restringono sotto l’effetto di temperature basse facendo giungere meno sostanze alla pelle. Accade così che la cute si secca e si screpola più velocemente. E allora cosa fare? Prima di tutto usare usare saponi meno aggressivi ideali a restituire vitalità e spessore; i latti detergenti a base di glucosamina possono essere usati come sapone liquido per il viso che deve essere idratato con creme contenenti fosfolipidi. Sulle labbra è meglio non passare la lingua: le piccole ferite si aprirebbero con l’umidità della saliva: d’obbligo l’uso di burro di cacao o rossetto. Occhio in particolare ai capillari : passare da un ambiente freddo ad uno riscaldato può causare la loro rottura e potremmo avere una ragnatela di vasi rotti. Come possiamo evitare questi inconvenienti? Non facendoci mai mancare i flavonoidi cioè i fattori che proteggono i vasi sanguigni contenuti nei frutti di bosco (more, lamponi, mirtilli). Un consiglio: quando si entra in un locale riscaldato mettere le mani sulle guance si aiuta il sangue ad affluire in modo graduale nei capillari senza traumatizzarli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche