La Erin Brockovich di Taranto COMMENTA  

La Erin Brockovich di Taranto COMMENTA  

 

 

Cristina Zagaria è una giornalista che si è appassionata alla storia di Daniela  Spera, giovane e minuta pugliese, divenuta in tempi non sospetti il simbolo di Taranto.

Già perché la 39enne farmacista, ecologista e ambientalista da sempre acerrima nemica del più grande stabilimento di acciaio del meridione ILVA. La sua storia è stata raccolta e raccontata dalla giornalista Zagaria in un libro edito da Sperling&Kupefr : Veleno.

La battaglia di una giovane donna nella città ostaggio dell’Ilva. Protagonista è Daniela, giovane, esile ragazza, dai capelli lunghi quasi sempre raccolti in una coda di cavallo, occhi color tempesta, carattere determinato : tanto da meritarsi il soprannome di Erin Brockovich italiana.

Lei che si era allontanata dalla sua città per motivi di studio torna e il suo primo pensiero è stato : vado via o muoio. Invece decide di rimanere e lottare per i 15 mila dipendenti fantasmi-morti-viventi che lavorano dentro il grande mostro.

L'articolo prosegue subito dopo

Anche se in fondo per la lottatrice la paura di perdere, di non riuscire a finire la propria battaglia c’è sempre.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*