La festa rovinata

Bologna

La festa rovinata

Una scenografia da far rabbrividire quella esposta Domenica scorsa allo Stadio Dall’ara di Bologna, in occasione dei festeggiamenti del centenario della gloriosa società sportiva Bologna F.C. 1909.
Una maera di bandierine svolazzanti in tutto lo stadio, a dimostrazione che Bologna è ancora una città passionale, capace, anzi desiderosa di appassionarsi ancora.
Sì perchè diciamocelo, ci vuole ancora un bello stomaco a credere e pensare che i nostri amati colori rossoblu possano ingenerare passioni pulite e pure, come succedeva una volta.
Io per esempio non sono andato nè alla festa di Venerdì allo stadio nè vado in uno stadio ormai dallo scoppio dello scandalo di calciopoli. Certo, sapevo anche prima del marcio che c’era, ma quello che è successo dopo, le prove lampanti e sopratutto com’è stato insabbiato tutto come se non fosse successo niente ha fatto sì che proprio non provassi nessuna passione per un mondo pallonaro e sopratutto un business così spietato e mafioso.

Certo, voi direte, ma questo cosa c’entra coi festeggiamenti del centenario del nostro amato Bologna Football Club?

Guardate ragazzi che c’ho provato a convincermi che in fondo festeggiare la squadra della nostra città non avesse niente a che vedere con il calcio business a tutti i costi, ma purtroppo mi sono reso conto che prima o poi mi sarebbe venuto in mente e quindi il mio amore per la mia città ho pensato di dimostrarlo in altri modi. Tipo scrivendo qui… GRANDE BOLOGNA, BELLA LA MIA CITTA’ e grazie a tutte le stelle del passato, quelle che hanno fatto la storia della nostra gloriosa pluriscudettata squadra di calcio. Magari cose poco lecite succedevano già, ma almeno c’era il pudore di nasconderle e se qualcuno veniva colto in flagrante reato veniva punito. Questo è quello che mi manca per tornare ad appassionarmi. L’assenza di giustizia e lealtà, che il povero De Coubertin aveva fatto diventare il motto delle Olimpiadi moderne.
Però, a ogni buon conto, mi si è stretto il conto vedere come una grande festa sia stata parzialmente rovinata sul campo da una brutta sconfitta contro il Genoa.

Ma questo è sport, e allora mi va bene.
Forza Bologna, siamo una città di Serie A e non abbiamo bisogno del calciomafia di oggi per dimostrarlo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*