La gente paga per entrare nei simulatori di morte COMMENTA  

La gente paga per entrare nei simulatori di morte COMMENTA  

La maggior parte di noi probabilmente non è così curiosa ma le aziende cinesi stanno offrendo ‘simulatori di morte “in cui le persone muoiono e vengono poi cremati.

Ovviamente, le società cinesi utilizzano riscaldatori e la luce per creare effetti, piuttosto che bruciare per davvero la gente ma gli scommettitori che pagano vengono caricati su un nastro trasportatore e messi in un forno che viene riscaldato a 40 ° C.

I creatori la descrivono come un ‘autentica esperienza di essere bruciato.

Stranamente, i fondatori Huange Weiping e Ding Rui Shanghai spiegano che gli utenti sono quindi ‘rinati’ all’interno di un gigante, utero simulato – in sintonia con le idee cinesi sulla rinascita.

La corsa Samadhi, alla finestra sul parco mondiale a Shenzhen, in Cina, è dotato di un fase di apertura in cui i giocatori cercano di evitare la morte – prima che (inevitabilmente) soccombono e vengono cremati e poi fatti ‘rinascere’.

Un’altra società prevede di lanciare un simulatore di morte ‘4D’, che unisce cinema 3D con effetti speciali come il calore e la luce e che finisce di nuovo dentro un utero gigante.

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*