La Germania si conferma locomotiva d’Europa COMMENTA  

La Germania si conferma locomotiva d’Europa COMMENTA  

Angela Merkel
Angela Merkel

I dati diffusi dall’ufficio statistico tedesco, confermanola Germania nella sua tradizionale posizione di locomotiva europea, con una crescita del PIL che nel 2011 si attesta al 3%, contro un risultato del 3,6% nel 2010, che però era stato il più alto mai raggiunto dai tempi della unificazione.

Considerato il momento di grave crisi e l’incombente recessione,la Germania può quindi considerarsi soddisfatta del risultato raggiunto, che del resto è in linea con le previsioni formulate dagli analisti finanziari e dal Governo guidato da Angela Merkel.

Per effetto di questo dato, anche il rapporto tra deficit e PIL migliora sensibilmente, attestandosi all’1%, contro il 4,3% dell’anno precedente. Si registra anche una crescita dell’1,5% nei consumi privati, mentre la spesa pubblica aumenta dell’1,2%. L’ultimo dato è quello che riguarda l’import-export: mentre le esportazioni aumentano dell’8,2%, le importazioni crescono del 7,2%. Come si può notare, dati di rilievo che confermano la grande forza economica della Germania e le permettono di presentarsi ai prossimi appuntamenti paneuropei forte di una posizione invidiabile che la rafforza ulteriormente nella trattativa con l’ala dei paesi indebitati, capeggiata dall’Italia.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*