La (giusta) critica di Giletti su Napoli

Napoli

La (giusta) critica di Giletti su Napoli

Giletti-LArena--599x300
Giletti-LArena--599x300

Titolo leggibile in due modi diversi, entrambi validi.

Da una parte il conduttore dice una sacrosanta verità, parlando della sporcizia di alcune zone di Napoli

Dall’altra, generalizzando e non permettendo il contradditorio, deve essere lui stesso criticato: prima di parlare, bisognerebbe capire.

IL CASO – Nell’ultima puntata de “L’arena” il programma della domenica pomeriggio condotto da Massimo Giletti su Rai 1, si parla della pessima figura fatta da molti consiglieri napoletani che non volevano togliersi il privilegio di guardare le partite allo stadio col biglietto gratis. La città ci fa una pessima figura, e fin qui siamo d’accordo. Ma uno degli ospiti, chiamati per difendere Napoli, gli risponde “Voi citate Napoli soltanto per cose del genere, perché in Rai non potete parlare del fatto che a Napoli dallo Stato arrivano molti meno soldi per infrastrutture ecc. di quelli che arrivano alle grandi città”. Non servono i dati per sapere che è la verità, basta guardarsi intorno.

Giletti, però, punto nel vivo (stanno criticando il suo datore di lavoro, in effetti), lo difende a spada tratta, ma esagera, decisamente.

LE PAROLE DI GILETTI – “Voi iniziate a fare andare avanti la vostra città e mettetela a posto, che è indecorosa in alcuni punti, abbandonata, e se lei esce dalla Stazione Centrale, trova solo immondizia in tutti i vicoli […] io non voglio chiudere la pagina ma ho problemi su Messina che ha un problema molto più serio”. Lasciando per un attimo stare il concorso nella gravità dei problemi, ciò che dice è vero, ma andrebbe per trenta secondi contestualizzato.

L’ANALISI – “La città è indecorosa in alcuni punti”: bene, ok, ci sto dentro, ma quale grande città del mondo è perfetta dappertutto? Restando in Italia, ciò che c’è a Napoli Stazione Centrale non è niente di ciò che c’è a Termini oppure in alcune zone periferiche di Milano, eppure Giletti finge di scordarlo, stranamente (Roma per la stampa è sporca perchè c’era Marino, toh…).

“Se lei esce dalla Stazione centrale trova immondizia in tutti i vicoli”, vero anche questo, ma soprattutto perchè intorno alla Stazione, e Giletti non lo sa, sta operando un cantiere per far diventare piazza Garibaldi bellissima e moderna.

E i cantieri, accentratore di sporcizia, la producono tutt’intorno. E’ una legge della natura dell’uomo, la conoscevano già i sociologi americani degli anni ’70. Ovviamente poi, Giletti, svoltando subito su Messina, non permette contradditorio esacerbando gli animi ed i social. E’ lui il primo a dare in escandescenze, e chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Poi, se vuole, può anche piangere per Napoli….

1 Trackback & Pingback

  1. Striscia la Notizia: l’attacco di Luca Delgado contro Luca Abete | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 733 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+