La Grande Piramide Bianca cinese COMMENTA  

La Grande Piramide Bianca cinese COMMENTA  

Nel 1912, due mercanti americani di nome Fred Meyer Schroder e Oscar Marman, scoprirono una gigantesca piramide nella regione di Qi Ling, fra le montagne di Xian, in Cina. Questa piramide si dice fosse grande 1000 piedi in altezza e 1500 alla base. Se i calcoli sono esatti, ci troviamo davanti alla piramide che paragonata a quella di Ginza (l’attuale piramide più grande) è esattamente il doppio della sua grandezza. Questi due uomini scoprirono anche piramidi più piccole, strutture di 5000 anni fa, che documentano gli usi e le tecniche di costruzione usate nel tempo. I monaci buddisti spiegarono loro che cosa contenevano. All’interno della grande piramide bianca c’era il sepolcro dell’Imperatore Wu Di della dinastia Hang. La seconda dinastia imperiale datata tra il 206 a.c e 220 d.c

ò

Durante la Seconda Guerra Mondiale il pilota James Gaussman racconta come avesse iniziato assieme ai suoi colleghi ad avere problemi all’aereo tra India e Cina. James dirà: “Ho virato per evitare una montagna, e siamo arrivati nel mezzo di una valle. Sotto di noi abbiamo visto una gigantesca piramide bianca. Sembrava appena uscita da una favola per bambini. Era brillante in quel suo candore, poteva essere metallo o qualche pietra particolarmente abbagliante. Era di un bianco puro su tutti i lati ma la cosa più interessante era la punta, sembrava un gioiello incastonato, quasi fosse fatto di cristallo. Non c’era possibilità di atterrare e anche se avremmo voluto molto fermarci per ammirarla in tutta la sua magnificenza siamo passati oltre. siamo rimasti davvero colpiti dalla grandezza esagerata di quella cosa.”

Una storia simile l’ha raccontata il colonnello Sheahan, direttore della linea aerea orientale, disse che l’incontro con la piramide bianca avvenne ne marzo del 1947, sorvolando l provincia dello Shaanxi vicino Xian. Ha scattato delle fotografie della piramide e due giorni dopo la scoperta di questa struttura, che era stata attribuita a James Gaussman, fu pubblicata nelle notizie del New York Sunday.


Intrigato dalla scoperta, un ricercatore sugli ufo, il capitano Bruce Cathie di Auckland , Nuova Zelanda, ricontattò James Gaussman e ne scrisse un libro: “The bridge of infinity”. Bruce credeva che queste strutture fossero connesse attraverso delle linee ben precise.


Molti ricercatori e esploratori cercarono di ritrovare questa gigantesca piramide ma il governo Cina negò ogni notizia. Tentando di allontanare l’interesse su quelle strutture, piantarono alberi tutt’intorno per proteggerla dal deterioramento di un eccessivo turismo.


Con il turismo volto all’armata di terracotta rinvenuta a Xian, c’è sempre più preoccupazione per il futuro di questa struttura, che si trova davvero vicina al luogo meta di questi pellegrinaggi.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

1 Commento su La Grande Piramide Bianca cinese

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*