La gravidanza in 1000 foto

Infanzia

La gravidanza in 1000 foto

Una casa fatta dalle mille foto di una mamma, Osher Grencel, che era incinta, potrebbe essere chiamato il “prequel” per la figlia Emma Grencel, che è nata il 3 luglio.

Il video mostra ogni passo dei nove mesi di gravidanza, comprese le nauseemattuttine, le prime immagini della figlia, e anche i cameo del padre, Tom Grencel, di 30 anni, che ha postato l’intero video.

Nel video, spiega che il fotografo, l’editore e il direttore sono orgogliosi del lavoro svolto. Lui afferma: ” Ecco i 9 mesi in 1000 fotografie. Ogni foto è stata separata, modificata e caricata. Ci sono voluti 9 mesi perché la pancia crescesse e 1 mese per le modifiche ai video”.

I Grencels che vivono a Tel aviv, hanno raccontato alla ABCnews.com di aver deciso di fare le foto e i video per verificare i progressi del nascituro così ogni giorno potevano dire: “Vedi come sta crescendo la pancia”!

Tomer, che è un fotografo professionista, ha deciso di realizzare il video, perché tutti dicevano alla moglie Osher, che essendo così magra, non avrebbero mai immaginato fosse incinta e lo avrebbero saputo all’ultimo mese della gravidanza.

Tomer sapeva che avrebbe fatto qualcosa di speciale, ma fino a quel momento, non sapeva cosa.

Il video che ha avuto più di 500, 000 contatti su Youtube, non è stato compreso inizialmente come video per mostrare amici e parenti.

“E’ divertente”, ha detto Tomer. In alcuni giorni che scattavo foto, Osher mi ha detto: “No voglio fare foto oggi, non mi sento molto bene”. E io ho risposto: “Su, tesoro. stai benissimo e nessuno lo vedrà”.

Lungo il percorso, Tomer ha imparato una cosa importante: Lei non è incinta. Entrambi lo siamo”.

Quando alla coppia è stato chiesto se consiglierebbero un video del genere ad altre persone, hanno risposto : “Certamente… E’ un ricordo per il bambino. Devi essere paziente, è un lungo percoso, devi esserne certo, ma ne vale la pena.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche