La Grecia privatizza 14 aeroporti che finiranno nelle mani di un gestore tedesco

Esteri

La Grecia privatizza 14 aeroporti che finiranno nelle mani di un gestore tedesco

Una risoluzione firmata dal vicepremier Yanis Dragasakis e dai ministri delle Finanze, dell’Economia e dell’ Energia del governo greco ha approvato un piano di privatizzazione per 14 aeroporti regionali, che finiranno nelle mani del gestore tedesto Fraport.

Un piano che porterà nelle casse della Grecia ben 1,23 miliardi di euro, in attuazione del piano di dismissioni che il premier greco Tsipras, aveva concordato con i creditori internazionali per avere il via libera al piano di aiuti da 86 milioni di euro.

Gli aeroporti che passeranno sotto la gestione privata della Fraport sono quelli di Salonicco, Kavala, Corfù, Zante, Canea, Cefalonia, Aktion, Rodi, Kos, Samos, Mitilene, Mykonos, Santorini e Sciato.

Gia nello scorso novembre, la Fraport era stata individuata come partner privilegiato per la gestione dei suddetti aeroporti. Con l’avvento del nuovo governo retto da Tsipras il piano di dismissioni venne bloccato in attesa di riesaminare i termini dell’accordo. La Fraport ha promesso investimenti per 330 milioni di euro nei primi 4 anni.

Leggi anche

Loading...