La Grecia Scopre il Business del Porno COMMENTA  

La Grecia Scopre il Business del Porno COMMENTA  

Nel paese europeo forse più colpito dalla crisi, il settore della pornografia sta vivendo un piccolo boom.

Non stiamo parlando di nuovi utenti, ma di cittadini che sempre più numerosi si offrono per lavorare come attori/attrici hard, stimolati da un ritorno economico sicuro e più che dignitoso.


E’ quanto dichiara la Sirina Production, la più grande casa di produzione di film hard del Paese, che negli ultimi due anni ha visto aumentare le richieste di partecipazione a film porno.


Gli aspiranti attori sono insospettabili: si parla di studenti, impiegati, e padri e madri di famiglia.

La retribuzione si aggira sui mille euro per scena, ma può arrivare anche a tremila.


La Sirina Production ha così deciso di giocare pesante e si è addirittura lanciata nella produzione di film porno a sfondo politico. L’ultimo in ordine di tempo è “La rivoluzione del popolo sulla moglie del Ministro”.

“Dopo che il movimento degli indignati è deragliato, le persone stanno cercando di sfogare la rabbia che provano nei confronti dei politici traditori”, si legge sul sito di Sirina.

L'articolo prosegue subito dopo

“Con questo obiettivo in testa, un gruppo di giovani uomini ha creato una cellula terroristica e attaccato le abitazioni dei ministri. Dentro hanno trovato le consorti e impartito loro una lezione che non sarà facile dimenticare filmando le loro imprese per ricattare i politici corrotti”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*