La II edizione del PREMIO ITALIA ARTE CONTEMPORANEA al Maxxi di Roma - Notizie.it
La II edizione del PREMIO ITALIA ARTE CONTEMPORANEA al Maxxi di Roma
Cultura

La II edizione del PREMIO ITALIA ARTE CONTEMPORANEA al Maxxi di Roma

Il riflesso sull’acqua del paesaggio esterno al MAXXI; un’opera video fatta di architetture e capolavori musicali incompiuti; un percorso video che racconta il mistero del rito; un ambiente fluido fatto di immagini, suoni e forme in movimento.

AdrianPaci - visitors
AdrianPaci - visitors

Adriano Paci – Visitors

Sono i quattro lavori pensati per lo spazio del museo dai finalisti dell’edizione 2012 del Premio Italia Arte Contemporanea: Giorgio Andreotta Calò, Patrizio Di Massimo, Adrian Paci e Luca Trevisani.

Giorgio Andreotta Calo - Bari
Giorgio Andreotta Calò - Bari

Giorgio Andreotti Calò – Bari

I lavori saranno esposti nella galleria 5 del Museo fino al 20 maggio 2012, in una mostra a cura di Giulia Ferracci del MAXXI Arte. La giuria internazionale (composta da Elena Filipovic curatore al WIELS Contemporary Art Center di Bruxelles, Udo Kittelmann, Direttore Staatliche Museen di Berlino, Anna Mattirolo, Direttore MAXXI Arte, Jessica Morgan curatore Tate Modern di Londra e l’artista Luigi Ontani), la primavera scorsa ha scelto i 4 finalisti su quindici artisti segnalati da importanti direttori e curatori di arte contemporanea, e a marzo 2012 designerà il vincitore.

La sua opera entrerà a far parte della collezionepermanente del MAXXI e all’artista verrà dedicato un catalogo monografico su tutto il suo percorso artistico.

Luca Trevisani - gibbosa e sfuggente
Luca Trevisani - gibbosa e sfuggente

Luca Trevisani – gibbosa e sfuggente

Patrizio Di Massimo - una Turiandiade Buzziana1
Patrizio Di Massimo - una Turiandiade Buzziana1

Patrizio Di Massimo – una Turiandiade Buzziana1

“La mostra di questa seconda edizione del Premio Italia Arte Contemporanea – dice Anna Mattirolo conferma il momento davvero fortunato che stiamo vivendo, che ci vede a confronto con una generazione di artisti particolarmente vivace, sensibile e matura, in grado di realizzare opere di grande qualità. I lavori di Giorgio Andreotta Calò, Patrizio Di Massimo, Adrian Paci e Luca Trevisani rispondono in pieno alle nostre aspettative non solo sullo sviluppo dei temi da ciascuno individuati, ma anche grazie alla loro capacità di affrontare uno spazio come quello del MAXXI tanto significativo quanto stimolante. Queste considerazioni rafforzano il nostro impegno nel sostegno all’arte contemporanea italiana. Grazie a questo Premio, inoltre, il museo ha la possibilità di produrre e acquisire lavori delle ultime generazioni di artisti italiani”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche