La Lega gela Formigoni: si vota ad aprile COMMENTA  

La Lega gela Formigoni: si vota ad aprile COMMENTA  

20121014-105134.jpg

La Lega Nord si rimangia gli accordi presi con il Presidente della Regione Lombardia e vuol tornare al voto il prossimo aprile. La decisione è stata presa dopo l’incontro fiume nella sede del Carroccio di via Bellerio.

Su tutte le furie Formigoni che parla di accordi violati:

“Gli accordi presi con la Lega a Roma 36 ore fa erano diversi. Se Maroni ha cambiato posizione credo che ce lo spiegherà”, aveva detto a caldo il governatore della Lombardia.

Formigoni ha richiamato tutti a farsi carico della “chiarezza” necessaria in questa situazione, aggiungendo: “Io sono pronto a farmi carico di questa chiarezza. Interrompere l’esperienza” di governo della Regione Lombardia “è un danno molto grave.

Per ridurlo, in mezzo non deve passare troppo tempo: lo si abbrevi il più possibile”.
“La decisione della Lega mi stupisce: arriva due giorni dopo l’incontro tra Maroni, Formigoni e Alfano in cui si era escluso, per evitare di penalizzare la Lombardia, di anticipare la fine anticipata della Giunta.

L'articolo prosegue subito dopo

Mi viene da domandare a Maroni: cosa e’ cambiato?”. dice all’Adnkronos, il coordinatore del Pdl Ignazio La Russa. “Non vorrei -prosegue l’ex ministro della Difesa- che fosse una mossa per cercare di dimostrare che sono loro i ‘veri’ moralizzatori. Anche perche’ gli assessori li hanno loro come li abbiamo noi…”. “Eravamo abituati ad una Lega un po’ piu’ affidabile. A questo punto -osserva La Russa- sarebbe opportuna una nuova riunione” tra Lega e Pdl “per spiegare i motivi di questa scelta e se si tratta di una decisione irreversibile”.

Non è dello stesso avviso Maroni:

“L’intesa raggiunta nel corso dell’incontro a Roma con il segretario del Pdl, Angelino Alfano, riguardava esclusivamente l’azzeramento della giunta regionale della Lombardia e la realizzazione di una nuova legge elettorale regionale entro Natale, mentre non conteneva alcun riferimento alla durata della legislatura”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*