La lotta paga: verso la soluzione la vertenza delle lavoratrici Omsa di Faenza

Economia

La lotta paga: verso la soluzione la vertenza delle lavoratrici Omsa di Faenza

La protesta delle lavoratrici Omsa
La protesta delle lavoratrici Omsa

Per le lavoratrici dello stabilimento Omsa di Faenza, una ottima notizia: esso, infatti,srà acquistato da Atl Group, una azienda di Forlì che produce divani, e che si è impegnata ad assumere almeno 120 operaie del Gruppo Golden Lady. L’operazione, dovrebbe andare in porto presumibilmente entro fine marzo 2012, ed è la conseguenza della lotta in cui si sono impegnate le lavoratrici dopo la decisione della Omsa di andare a produrre in Serbia, chiudendo il sito produttivo in questione. Una decisione scaturita da una riunione svoltasi a Bologna nella sede della Regione e che dovrebbe porre fine ad una vertenza che ha destato molto clamore, approdando alla ribalta nazionale quando è stata avviata una campagna su Facebook tesa a boicottare il marchio Golden Lady. L’incontro che ha risolto la vertenza, ha visto la presenza tra gli altri del presidente della Regione Vasco Errani, l’assessore regionale alle attività produttive Gian Carlo Muzzarelli, il rappresentante del ministero dello sviluppo economico Giampiero Castano, il presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio, il sindaco del Comune di Faenza Giovanni Malpezzi, il presidente di Atl Group Spa Franco Tartagni e l’ad Luciano Garoia, la Golden Lady rappresentata da Federico Destro, l’ingegnere Marco Sogaro dell’advisor Wollo.

Oltre naturalmente ai sindacati locali e ai rappresentanti dei lavoratori coinvolti, che non hanno mollato l’osso sino a quando non è scaturito il risultato atteso. L’accordo prevede il trasferimento di due stabilimenti di Atl (che sono in provincia di Forlì) in quello faentino, l’adeguamento degli impianti e l’acquisto di nuovi macchinari. Il tutto, reso possibile dalla copertura finanziaria dell’investimento, pari a circa 20 milioni di euro da parte di un gruppo di banche. Nei piani della nuova azienda, il trasloco potrebbe avvenire in estate e la produzione di divani partire in autunno. A margine dello stesso, la Golden Lady si è impegnata a mantenere la proprietà di un’area limitata all’interno dello stabilimento di Faenza, dove aprirà un negozio Golden Point in cui verranno assunte 10-15 lavoratrici.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche