La mamma lo punisce, lui tenta di stuprarla poi le spara COMMENTA  

La mamma lo punisce, lui tenta di stuprarla poi le spara COMMENTA  

Noah Crooks, un 13 enne di Mason City, Iowa, in questi giorni sta sostenendo un processo che lo vede imputato di omicidio volontario nei confronti di sua madre.

Il giovane, amante dei videogiochi, dopo che la madre gli aveva impedito di giocare a Call of Duty – per via di un brutto voto preso a scuola – l’ha uccisa sparandole.

La cosa che ha maggiormente indignato la giuria è stato il tentato stupro che il giovane ragazzo ha tentato ai danni di sua madre. Tutto ciò è successo un anno fa e al momento il ragazzo sta affrontando il processo per omicidio.

Dopo l’assassinio il ragazzo ha chiamato il 911 raccontando all’operatore: «Non sto scherzando affatto. Lei è morta. Ho paura. Ho ucciso la mia mamma con la mia calibro 22.

L'articolo prosegue subito dopo

Non so perché l’ho fatto».
Nel processo il ragazzo ha poi spiegato: «Vorrei solo che fosse un sogno così potrei svegliarmi e baciarla e abbracciarla»

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*