La mattanza delle balene, immagini shock dalle isole Faroer COMMENTA  

La mattanza delle balene, immagini shock dalle isole Faroer COMMENTA  

Le balene sono tra gli animali protetti e la caccia vietata, ma esistono paesi che disattendono queste direttive, le isole Faroer sono uno di questi, appartengono alla Danimarca dove questo tipo di caccia è vietato, ma pur avendo il divieto dall’Europa, di cui fanno parte e da cui ricevono aiuti, continuano tranquillamente ad uccidere questi poveri cetacei, a centinaia ogni anno e si giustificano dicendo che è per mantenere una antica tradizione.

Leggi anche: Video mamma topo che salva il cucciolo dal serpente cattivo


Quest’anno ne hanno eliminati ben 250 esemplari, come da tradizione li hanno spinti dal mare verso le insenature e lì donne e uomini hanno effettuato la mattanza sotto gli occhi di tutti gli altri abitanti, bambini compresi.

Leggi anche: Vede qualcosa di strano dalla finestra di casa, è un ragno gigante

Durante un’azione di difesa verso i mammiferi e di protesta verso gli isolani, gli attivisti di Sea Shepherd hanno denunciato l’arresto di tre di loro e il fermo di altri due, tra cui un’italiana di 44 anni di Vicenza, poi rilasciata.

Una petizione contro il “Grindadráp” (cioè la mattanza) lanciata dal presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, ha già raccolto 15.000 firme.

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*