La Minetti Madrina della Sala Slot, il Comune Dice No - Notizie.it

La Minetti Madrina della Sala Slot, il Comune Dice No

Attualità

La Minetti Madrina della Sala Slot, il Comune Dice No

Era fissata per domani la festa di inaugurazione della sala da gioco d’azzardo più grande di Genova, sul lungomare di Pegli. Una festa in grande stile con musica, cocktail e un ospite ‘vip’ di grande ‘attualità’: la ex consigliera lombarda Nicole Minetti.

Ma l’ex igienista dentale coinvolta nello scandalo del ‘Ruby-gate’ dovrà cambiare i suoi programmi per domani, poichè il Comune di Genova ha posto il veto all’apertura della sala.
Come ha spiegato l’assessore comunale allo Sviluppo Economico Francesco Oddone, infatti, il no sarebbe legato al “mancato rispetto delle autorizzazioni necessarie per l’apertura di un salone di slot machine, tra cui il rispetto del Piano urbanistico comunale e l’obbligo di un parcheggio pertinenziale ogni 20 mq di superficie”

Al di là del veto posto dal Comune, l’idea di una grande sala da gioco ha fatto insorgere molti genovesi, guidati dal “prete di strada” Don Andrea Gallo, che accusa le micidiali «macchinette» di mangiarsi i soldi di pensionati e persone deboli: «Uno schiaffo alla povertà che dilaga» dice il sacerdote.

Anche il presidente del municipio di Pegli, Mauro Avvenente, si oppone fermamente: «Non ci stiamo più a guardare passivamente lo Stato che si fa biscazziere, questa è la quarta sala di slot a Pegli in quattro mesi: chiudono i mobilifici, le pescherie, i negozi di prossimità e aprono queste fabbriche di illusioni.

Qui è concentrato il 70% dell’edilizia popolare di Genova: la crisi si sente e c’è chi cerca la soluzione nelle vincite impossibili».

L’appello di Don Gallo è stato raccolto anche da diverse associazioni e dalle sezioni locali di alcuni partiti. Ed il sacerdote, a 84 anni, si prepara di nuovo ad impugnare il megafono e a scendere in strada «Davanti all’Italia che va a rotoli si fa una gran festa per l’apertura di un casinò in piena città… non ci sto e per questo lancio una manifestazione pacifica, è da irresponsabili restare fermi»

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche