La moschea fantasma COMMENTA  

La moschea fantasma COMMENTA  

Torino, venerdì 17 febbraio: sono stati condannate quattro persone accusate di truffa. Questa era legata alla costruzione di un moschea, mai avvenuta, a Carrara. Qualcuno, però, ha intascato i soldi dei finanziamenti.


Le condanne vanno dai 6 ai 7 anni. Fra i reati contestati ai quattro, risalta ingloriosamente quello di abuso d’ufficio, del giudice di Massa, Laura Donatiello.


La sua presenza tra gli imputati ha fatto “migrare” il processo a Torino, la città preposta a risolvere questioni del genere verificatesi a Massa e dintorni.

Uno degli imputati è stato assolto ed è stato imposto un risarcimento pari a 7,5 milioni di euro per l’Iraq e la banca Unicredit.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*