La nuova abilitazione per guidare i trattori non convince la Confagricoltura

Attualità

La nuova abilitazione per guidare i trattori non convince la Confagricoltura

A partire dall’anno prossimo per guidare i più comuni mezzi agricoli non basterà più la patente, ma sarà obbligatoria una specifica abilitazione alla guida. “Una disposizione inutile e penalizzante per la maggior parte delle imprese agricole – sostiene Confagricoltura Cuneo -. Infatti, gli autonomi, oltre all’esperienza pluriennale, hanno maturato professionalità e senso di responsabilità, che meritano una particolare considerazione”.
Sottoporsi a corsi formativi, d’aggiornamento e a esercitazioni pratiche è un inutile aggravio per chi è quotidianamente in esercizio con i più comuni mezzi agricoli. “I datori di lavoro agricolo formano già adeguatamente i propri dipendenti prima di affidar loro macchine sempre più complesse – continuano dall’organizzazione provinciale -. L’esperienza di chi da anni è impegnato nel settore e la formazione data dalle case costruttrici di macchine agricole valgono più di molti attestati e possono davvero servire ad evitare infortuni ed incidenti anche gravi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche