La nuova banconota da 5 euro s’ispira all’antica Grecia: strano sense of humor questa Bce COMMENTA  

La nuova banconota da 5 euro s’ispira all’antica Grecia: strano sense of humor questa Bce COMMENTA  

Dopo l’annuncio di Draghi circa l’immissione in circolazione della nuova banconota da 5 euro (pare per il prossimo maggio), emergono nuovi particolari sull’opera di restyling dell’euro.

Leggi anche: Debutta in Germania la moneta da 5 euro: peserà 9 grammi

La scelta grafica sembra una tragica ironia, un tributo (di sangue?) alla Grecia. Dopo le pesanti richieste, o meglio, imposizioni, di tagli da parte della Troika, la Bce “premia” il Paese ellenico dedicando la banconota da 5 euro agli antichi fasti di un popolo che ha dato tanto alla cultura e all’evoluzione di noi tutti.

Leggi anche: Area Schengen: l’ingresso costerà 5 euro

Chi sa cosa avrebbero detto i grandi filosofi del passato che trovarono i natali ad Hellas. Probabilmente saranno felici di essere morti per non dover assistere a quanto sta accadendo oggi.

Ebbene, la nuova banconota da 5 euro avrà su un lato raffigurata  una nota immagine presente su un famoso e antico vaso greco.

Leggi anche

opec
Economia

Ecco cosa dice il nuovo accordo dell’OPEC

Dopo 8 anni l’OPEC ha trovato un accordo per la riduzione della produzione di petrolio: circa 1,2 mln di barili in meno al giorno. Coinvolta anche Mosca. L’OPEC, l’organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, ha appena siglato un nuovo accordo quadro. E’ la prima volta che accade una cosa del genere da otto anni a questa parte ed è un risultato arrivato al termine di una trattativa molto complessa, che vedeva contrapposti i tre principali produttori mondiali, Arabia Saudita, Iraq e Iran. In più, il nuovo accordo ha coinvolto anche Paesi che dell’OPEC non fanno parte, come la Russia. L’effetto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*