La nuova Inter COMMENTA  

La nuova Inter COMMENTA  

 

E’ tempo di tracciare i primi bilanci, l’Inter ha terminato la prima fase della preparazione, ora stanno per arrivare i primi impegni, attenzione è ancora calcio di luglio, quindi si dovranno sostenere solo dei tornei.


Tornei certo impegnativi perche ad esempio il trofeo Tim vedrà la partecipazione di Inter, Milan e Juventus, come a dire il Gotha del calcio italiano, ben diverso sarà l’impegno dei peliminari di inizio agosto, chi perde sarà fuori dalle competizioni europee.


I tornei estivi non mancheranno comunque di acredine, ci saranno antiche rivalità mai sopite e qualche colpo proibito o a volte fortuito può sempre capitare, però non si gioca ancora per i tre punti e seppur di prestigio un torneo estivo rimane un torneo estivo.


In questo periodo l’allenatore deve cercare di trovare le giuste alchimie, deve studiare i giocatori e provare nuovi nuovi schemi.

Al momento ci sono alcuni giocatori che si sono distinti in questa prima fase, su tutti il “giovane” capitano Javier Zanetti alla sua 18° stagione con la maglia dell’Inter; penso che sia doveroso tributargli il giusto riconoscimento per l’attaccamento alla maglia e per il suo impegno costante.

L'articolo prosegue subito dopo


Da un ragazzino all’altro, Coutinho sta dimostrando di aver acquistato consapevolezza nei propri mezzi, Stramaccioni poi ha irrobustito questa fiducia ponendo a più riprese il veto alla sua cessione, al momento il giovane carioca è uno dei punti fermi della formazione.

Guarin, il colombiano sembra essersi lasciato alle spalle i problemi fisici che hanno caratterizzato i suoi primi mesi in nerazzurro, Stramaccioni gli ha consegnato le chiavi del centrocampo, sarà lui il nuovo stantuffo ?

Samuel, al momento è il difensore che dovrà guidare la difesa, il muro che dovrà frapporsi fra gli attaccanti avversari e la porta nerazzurra.

Milito, il principe è chiamato con i suoi gol a rilanciare le ambizioni dell’Inter, in questo campionato l’argentino dovrà confermare le sue qualità, se giocherà da par suo l’Inter potrebbe riuscire a stupire, sicuramente ha un compito difficile, dimostrare che la società ha fatto bene a voler puntare su di lui per scaricare Pazzini.

 

Cereda Stefano

Leggi anche

About Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*