Carriera e vita privata di Lucio Dalla

Carriera e vita privata di Lucio Dalla

Gossip e TV

Carriera e vita privata di Lucio Dalla

Lucio Dalla

Intorno alla vita privata di Lucio Dalla si sono susseguite numerose illazioni. Scopri la sua biografia e le novità più importanti della sua vita intima.

Lucio Dalla è stato un grande protagonista della musica leggera italiana. Ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo collaborando con i più grandi musicisti di fama mondiale. Nato a Bologna il 4 marzo del 1943, inizialmente intraprende un percorso da musicista eclettico. Questo perché dotato di una forte predisposizione alla sperimentazione che lo ha spinto a intraprendere collaborazioni di vario tipo.

Carriera di Lucio Dalla

Sin dall’infanzia Lucio Dalla intuì, durante le recite scolastiche all’interno del collegio vescovile Pio X di Treviso, che sarebbe di lì a poco diventato un grande artista nonostante i suoi 164 cm di altezza. Scoprì in seguito anche la passione per altre forme d’arte espressiva come per esempio la pittura. Sono davvero innumerevoli i successi di Dalla dopo una prima fase dedicata alla pubblicazione di vari 45 giri. Vanno sicuramente ricordati l’interpretazione intensa in “Caruso”, “Attenti al lupo” e l’indimenticabile “Vita in te ci credo”. Quest’ultimo pezzo segna l’incontro diventato poi solidale amicizia con Gianni Morandi.

Nel 1977 il suo debutto in qualità di autore incidendo il brano “Come è profondo il mare”. Il brano era dedicato alla figura del padre, direttore del poligono di tiro di Bologna, scomparso nel 1950 per un tumore. Anche nel cinema Dalla impose subito il suo marchio di fabbrica. Inizialmente partecipò a numerosi musical per poi approdare direttamente al cinema d’autore. Nel 1982 si aggiudicò il David di Donatello per la colonna sonora del film di Verdone “Borotalco”. Replicò il premio anche nel 1989 con il film “Il frullo del passero”. La sua ultima apparizione risale al Festival di Sanremo del 2012 in coppia con il giovane Pierdavide Carone. In quell’occasione firmò gli arrangiamenti per la canzone “Vieni via con me Nanì” che si classificò al quinto posto.

Vita privata

A cinque anni dalla morte di Lucio Dalla continuano a diffondersi gossip e i litigi sul cantante e sulla sua vita privata.

Il cantautore bolognese non ha mai fatto coming out. Non ha mai detto di essere gay così come non l’ha mai smentito. Nel lontano 1979 l’artista rispose direttamente a una domanda sull’argomento: ” Non mi interessa parlare della mia sessualità perché dovremmo stare per giorni interi, ma poi mi sembra così poco informativo, poco divulgativo. E poi credo proprio che non ve ne sia bisogno nel caso fosse vero.” Le chiacchiere maggiori si fanno nei confronti di Marco Alemanno. Il ragazzo era considerato a tutti gli effetti il compagno del cantante. A detta di qualcuno però non era che un semplice amico. Secondo Ron, Marco Almenno era solo il produttore di Lucio Dalla: “Era una figura molto importante per lui perché gli risolveva dei problemi enormi. Era il suo segretario ed era il suo produttore” ha dichiarato in una recente intervista. Alberto Castelvecchi, professore di comunicazione presso l’Università Luiss di Roma, ha tuttavia affermato che in realtà Ron è stato legato a Lucio Dalla per oltre 20 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche