La prima raccolta di racconti dello scrittore d’origini monregalesi Paolo Fiore

Attualità

La prima raccolta di racconti dello scrittore d’origini monregalesi Paolo Fiore

Venerdì 4 ottobre alle ore 18, presso la Biblioteca dell’ex Convento dei Cappuccini di Caraglio, l’associazione culturale Marcovaldo organizza la presentazione del libro di racconti di Paolo Fiore, “Normale ma non troppo” (Neos edizioni, Rivoli 2013, 144 pagine, 14 euro). Sarà presente l’autore d’origine monregalese. Durante la serata l’attore cuneese Luca Occelli leggerà alcuni racconti. L’ingresso è libero. Per maggiori informazioni telefonare allo 0171/618260 o visitare il sito Internet www.marcovaldo.it.


In questa sua prima raccolta di racconti Paolo Fiore mette in scena una serie di protagonisti di fatti apparentemente insignificanti e quotidiani da cui nascono conseguenze improbabili, dialoghi assurdi in cui i personaggi stessi s’incagliano, lasciando emergere le loro manie, astuzie, contraddizioni e debolezze che li rendono talvolta ridicoli, ma profondamente umani e commoventi. Come Bartolomeo Rosso, che stanco di pagare le tasse comunali riesce a farsi dichiarare morto; o il dottor Barbero, che riconsidera la propria vita dopo l’incontro con un barbone che “cerca l’uomo” nei cassonetti dell’immondizia; oppure Chiaffredo Delpino, che tenta per anni di vincere un concorso nella pubblica amministrazione, lottando contro una burocrazia complessa e mutevole. Attraverso un linguaggio elegante e personale, Paolo Fiore racconta gli episodi chiave delle vite dei suoi personaggi, che si muovono pericolosamente sull’instabile filo della normalità, dimostrando che basta una piccola distrazione per perdere l’equilibrio, in questo mondo che altro non è che il nostro.

Paolo Fiore, quarantasettenne, monregalese di nascita ma cresciuto a Chiavari, vive da una ventina d’anni a Torino, dove lavora come funzionario nella pubblica amministrazione. Di formazione classica, archeologo ed epigrafista, è abilitato all’insegnamento di materie letterarie e ha alle spalle esperienze lavorative in questi ambiti e diverse pubblicazioni scientifiche, tra cui una monografia storica sulla chiesa medievale di Carasco (Genova) e alcuni articoli editi in opere collettive e riviste prestigiose, come “Archeologia Medievale” e “Ligures”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...