La prima scuola tecnologica

Libri

La prima scuola tecnologica

Diego Sempio rettore della Fondazione Ikaros ha “IPadizzato” le 4 sedi di questa scuola professionale, la prima in Italia che ha abbandonato gessetti, lavagne facendo posto ai tablet. I libri li costruiscono i professori con gli studenti ” Noi lanciamo le idee, i ragazzi lavorano cercano link e foto sul web e poi insieme prepariamo le dispense per studiare insieme” dice Tonia Mazzola docente di Diritto e Matematica. Continua ” Il tablet ci aiuta ad avere un rapporto diretto con i ragazzi,a farli sentire parte attiva della scuola. E i risultati si vedono”. Il rettore ha spiegato in un’intervista che era da circa un anno che stavano lavorando a questo progetto e che all’inizio i più scettici sono stati i genitori che si sono ricreduti. Altro tabù da infrangere sono i costi : se fino ad un anno fa in media una famiglia spendeva circa € 250,00 per comprare libri e quaderni, oggi il canone di locazione di un I-Pad è di € 20,00 mensili e alla fine dei 3 anni di percorso scolastico può essere riscattato con € 10,00.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche