La Provincia di Torino a sostegno delle Reti d’Impresa COMMENTA  

La Provincia di Torino a sostegno delle Reti d’Impresa COMMENTA  

palazzo cisterna torinoSi chiamano reti d’impresa e sono raggruppamenti di aziende che, per meglio fronteggiare un mercato ipercompetitivo e globalizzato, si aggregano per realizzare uno specifico progetto, in un’ottica di sinergia di scopo. Per sostenere lo sviluppo di reti d’impresa formalizzate, la Provincia di Torino promuove l’iniziativa “Reti 2020”, giunta alla seconda edizione, che prevede la concessione di contributi a fondo perduto a favore delle aggregazioni di imprese che sceglieranno la forma del “contratto di rete”. Si tratta dell’unica misura agevolativa al momento attiva in Piemonte per le reti, e ha l’obiettivo di diffondere, prioritariamente presso le PMI, i concreti vantaggi derivanti dalla scelta di “mettersi insieme” e fare sistema.

Leggi anche: Capodanno in piazza: ecco i più grandi eventi della notte di San Silvestro

A partire dal 13 gennaio, le reti d’impresa che vogliono costituirsi possono usufruire di un servizio gratuito di accompagnamento (il cosiddetto percorso di facilitazione) per la definizione del loro progetto. Una volta completato con successo tale percorso, la rete può successivamente ottenere un contributo a fondo perduto fino a 6mila euro.

Leggi anche: Meteo: a dicembre temperature di 2,5 gradi sopra la media, è allarme smog

Anche questa seconda edizione di “Reti 2020” può contare sul sostegno attivo delle maggiori Associazioni di categoria delle imprese artigiane e industriali del territorio, con le quali sono stati siglati specifici protocolli d’intesa e il cui impegno garantisce al progetto l’efficacia e la massima diffusione.

“Lo strumento delle reti ha un alto potenziale di diffusione” spiega l’assessore alle Attività produttive della Provincia di Torino Ida Vana “perché permette di stringere alleanze, trovando nuove opportunità di mercato e di diversificazione produttive, senza precludere all’imprenditore il controllo della propria azienda, anzi salvaguardandone autonomia e specializzazione. Per questi motivi, e alla luce dei positivi risultati ottenuti con la prima edizione di Reti 2020” conclude l’assessore, “la Provincia ha deciso di dare continuità a una misura che offre prospettive concrete di crescita alle piccole e medie imprese”.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

martello
Torino

Tragedia a Torino: uccide la moglie con un martello prima di impiccarsi

Un uomo di 69 anni ha ucciso la moglie 72enne con un martello, poi si è suicidato. All'origine del gesto, un debito contratto all'insaputa della famiglia. Un cruento omicidio-suicidio scaturito da un dramma della povertà: è quanto avvenuto, con ogni probabilità nella notte tra il 20 e il 21 ottobre, a Torino, nel quartiere Santa Rita. Le vittime sono Natalina Montanaro, 72 anni, e Francesco Tonda, 69, che vivevano da soli in un appartamento in Corso Orbassano 376: a scoprire i cadaveri, nelle prime ore della mattinata, il figlio della coppia, allarmato da alcuni SMS inviatigli dal padre. È stato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*