La rabbia dei bagnini di Rimini: ‘Denunceremo i genitori che non sorvegliano i minori’ COMMENTA  

TV di NOTIZIE.IT

La rabbia dei bagnini di Rimini: ‘Denunceremo i genitori che non sorvegliano i minori’ COMMENTA  

Sono scesi sul piede di guerra i bagnini che operano sulle spiagge di Rimini, e adesso hanno deciso di agire legalmente contro i genitori che lasciano incustoditi i loro piccoli figli nei litorali degli stabilimenti balneari rimìnesi.

‘Troppo spesso si accorgono che hanno rischiato di annegare quando li riportiamo a riva’, denuncia un portavoce dei bagnini, e adesso la categoria medita di passare alle denunce. A riportare la notizia è il quotidiano ‘Il Giorno‘ che ha dato conto dell’iniziativa promossa dei bagnini per richiamare i genitori alle proprie responsabilità in merito al controllo dei minori. ‘Non è accettabile – dichiarano i rappresentanti della categoria – che un bambino di 7 o 8 anni entri in acqua da solo senza essere guardato nemmeno a vista da un adulto, specialmente nelle giornate in cui il mare è più ‘agitato’.

L’articolo 591 del codice penale punisce severamente i genitori che abbandonano i minori e sarebbe questa la violazione che i bagnini intenderebbero denunciare. Il problema è salito prepotentemente alla ribalta nelle ultime settimana, quando le condizioni del mare, particolarmente critiche, hanno costretto i bagnini ad un super lavoro per mettere in sicurezza centinaia di bambini in balìa delle onde.

Leggi anche