La ‘ricaduta’ di Gaiscoigne: ubriaco con il volto tumefatto e sanguinante COMMENTA  

La ‘ricaduta’ di Gaiscoigne: ubriaco con il volto tumefatto e sanguinante COMMENTA  

Ennesima ricaduta per Paul Gascoigne, con immagini che hanno fatto rapidamente il giro del mondo. Mostrano ‘Gazza’ con il volto tumefatto e coperto di sangue, conseguenza di una caduta accidentale dovuta, ancora una volta, all’abuso di alcol.

Problemi di alcolismo dai quali l’ex calciatore di Newcastle, Tottenham e Lazio non riesce a separarsi, come conferma la recente ricaduta. Sono stati i media inglesi a dare per primi la notizia che in poche ore ha varcato i confini nazionali: l’episodio risalirebbe a martedì scorso quando Gascoigne, ubriaco e con in mano una bottiglia di gin, sarebbe caduto rovinosamente a terra uscendo da un taxi ed andando a battere il volto sull’asfalto, riportando ferite a labbra, naso e fronte.

Sono stati i vicini ad allertare la polizia: ma l’ex calciatore aveva già lasciato il luogo dell’ “incidente”.

Gascoigne era infatti su un altro taxi ancora ubriaco, dal momento che faticava a reggersi in piedi, con i pantaloni che continuavano a ‘cascare’ mentre si recava a fare acquisti di alcol e sigarette.

Finalmente la polizia è riuscita a recuperarlo a casa, dove Gazza si era nel frattempo recato, portandolo in ospedale su una volante per tutte le cure del caso.

L'articolo prosegue subito dopo

Gary Mabbutt, amico di Gascoigne, ha confermato il periodo negativo: “Sapevo che le cose stavano andando male nelle ultime settimane, stava andando bene, è rimasto sobrio per un periodo molto lungo, forse il più lungo mai passato, ma ora è stato ricoverato per il suo bene – ha raccontato al The Sun – Purtroppo in persone così può capitare una ricaduta”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*