La “ricchezza” di 3 milioni di poveri concentrata nelle tasche di 10 paperoni italiani COMMENTA  

La “ricchezza” di 3 milioni di poveri concentrata nelle tasche di 10 paperoni italiani COMMENTA  

20120402-150852.jpg

Che nel mondo ci sia una paurosa disparità nella distribuzione della ricchezza, è cosa risaputa. In uno studio di Bankitalia emerge che i 10 uomini più ricchi d’Italia, posseggono beni pari a quelli di 3 milioni di persone considerate al di sotto della soglia di povertà.

Si è registrato, nel corso degli ultimi anni, un accrescersi del divario tra ricchi e poveri con i primi, diventare sempre più ricchi e i secondi sempre più poveri.

I 10 paperoni sono Michele Ferrero con un patrimonio di 14,2 miliardi di euro. Patrimonio che consente a Ferrero di fregiarsi del titolo di uomo più ricco d’Italia.

Segue il fondatore di Luxottica Leonardo del Vecchio, con un patrimonio di 8,6 miliardi di euro. Un gradino più sotto troviamo Giorgio Armani con un patrimonio di 5,4 miliardi.

L'articolo prosegue subito dopo

Di poco inferiore il patrimonio di Miuccia Prada, per lei 5,1miliardi. Restando in famiglia, segue Patrizio Bertelli, amministratore delegato del gruppo Prada, e marito di Muccia. Il suo patrimonio è di 2,77 miliardi. Al quinto posto una coppia di fratelli, Paolo e Gianfelice Rocca: azionisti di maggioranza di Tenaris, contano rispettivamente su un patrimonio di 6 miliardi e di 4,5 miliardi. Non poteva mancare in questa speciale classifica l’ex premier Silvio Berlusconi con un patrimonio di 4,4 miliardi di euro. Segue il patron di Alliance Unichem Stefano Pessina con un patrimonio di 1,95 miliardi. Con un patrimonio di 1,5 miliardi si piazzano al nono posto i Benetton. Chiude la top ten con 1,35 miliardi Mario Moretti Polegato di Geox.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*