La rivoluzione soft di Napolitano COMMENTA  

La rivoluzione soft di Napolitano COMMENTA  

nullNon è stato difficile per l’espresso eleggere Giorgio Napolitano uomo dell’anno. Del resto, sul palcoscenico della politica italiana l’evento chiave del 20011 è stato senza dubbio la resa di Silvio Berlusconi.

Dopo diciassette anni di tensioni continue, immoralità legislativa e incapacità di affrontare la crisi economica cui ha fatto da pendant l’arrivo a palazzo Chigi di Mario monti e del suo governo di professori.

L’uno e l’altro evento non si sarebbero manifestati nei modi soffici e concordati e nei tempi rapidi che abbiamo visto se dietro le quinte non ci fosse mosso un registra accorto e prudente, ma deciso e pieno di intenzioni

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*