La Roma distrugge il fantasma dell’Inter con un 4-0 che non ammette repliche

Inter

La Roma distrugge il fantasma dell’Inter con un 4-0 che non ammette repliche

Triste ritorno a Roma per Ranieri
Triste ritorno a Roma per Ranieri

Forse in società si sono dimenticati di avvertire i giocatori che la partita non era stata rimandata, ma si giocava alle 15 di oggi. Fatto sta che l’Inter a Roma non ci è proprio arrivata e i giallorossi si sono ritrovati a giocare praticamente da soli, trasformando la gara in un proficuo allenamento in vista del recupero di mercoledì a Catania. Nella partita che sancisce il definitivo addio dei nerazzurri al discorso riguardante lo scudetto, si fa strada lentamente una sensazione sempre più palpabile, che si sia cioè in presenza di un confronto che mette davanti due squadre ad un bivio: da una parte una squadra che potrebbe essere all’inizio di un bel ciclo, piena di giovani promesse e di campioni maturi, oltre a disporre di un fuoriclasse sempreverde come Totti, dall’altra una compagine che è invece alla fine del suo ciclo, con parecchi giocatori ormai bolliti e completamente da rifondare.

Naturalmente la squadra da rifondare sarebbe l’Inter e chi ha visto la gara di oggi si sarà convinto di questo assunto. La squadra bruttina, ma vincente di due settimane fa, ha lasciato il posto ad una squadra orrenda a vedersi e perdente, presa a pallonate dalle giovani promesse romaniste e mai in gara. Perdere nel calcio ci sta, ma farlo come lo ha fatto oggi l’Inter lascia l’amaro in bocca. Mai un sussulto, una reazione, con una squadra chiusa nella sua metà campo a subire il dominio totale degli avversari. In tutta la gara, solo un paio di volte Zanetti e compagni sono riusciti a portare pericoli alla porta giallorossa, con Milito e Pazzini, per il resto è stato un monologo di Totti e compagni, anche divertente a vedersi per gli spettatori non di fede nerazzurra. Dopo una sconfitta come questa, resta solo da interrogarsi su quale possa essere il senso della stagione interista, a meno che non ci sia una decisa reazione.

Ce la farà Ranieri a produrla?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche