La stangata per le Partite Iva false

Aziende

La stangata per le Partite Iva false

 

Il ministro Fornero ha aggiornato le norme sulle collaborazione delle Partite Iva. Secondo le ultime indagini annualmente 200 mila partite IVA vengono aperte e 400 mila unità sono false. Nella giungla delle collaborazioni a progetto, free lance, e in particolare partite IVA, il rapporto tra committente e lavoratore autonomo è poco trasparente. Secondo l’Isfol i rapporti di collaborazione occasionale spesso camuffano un rapporto tra datore e subordinato. Il ministro Fornero intende far chiarezza e inizia la lotta contro le false partite Iva: i professionisti che collaborano per più di sei mesi oltre il 75% per lo stesso cliente verranno assunti come dipendenti. La decisione del ministro non è stata condivisa dagli studi di professionisti e, in particolare, dagli architetti. Gli studi di professionisti con un volume di affari ridotti all’osso non potrebbero assumere personale e, di conseguenza, il tasso di disoccupazione giovanile lieviterebbe ulteriormente. Il CNAPPC ha mandato una lettera al Presidente del Consiglio per manifestare il dissenso per il disegno di legge.

Stefania Ditta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche