La storia del Pi Day

Guide

La storia del Pi Day

Se è vero che il giorno di San Patrizio tutti possono essere irlandesi, allora solo tre giorni prima, il 14 marzo, tutti possono essere matematici. Per questo c’è il giorno di Pi, una celebrazione di quel famoso numero irrazionale e tutte quelle cose da fare con i cerchi. Nel 2013, il Pi Day si è svolto per la venticinquesima volta, e anche se non può ancora essere così riconosciuto come punto di riferimento nel calendario, ciò potrebbe essere destinato a cambiare.

Breve storia del giorno Pi

Il Pi Day è iniziato alle Exploratorium di San Francisco nel 1988, quando un fisico di nome Larry Shaw ha avuto un momento di ‘Eureka!’ . Notò che il 14 marzo corrispondeva ai primi numeri del pi greco – 3.14 – e proclamò “E ‘il giorno Pi. Festeggiamo “. Shaw organizzò una sfilata con i suoi compagni di lavoro intorno a uno degli spazi circolari del locale, dopo di che tutti mangiarono crostate di frutta.

Sì, sembra tutto un po’ pazzo, ma quale modo migliore per riconoscere un numero irrazionale?

Il fatto che era anche il compleanno di Einstein – è nato in questo giorno nel 1879 – a quanto pare non aveva nulla a che fare con esso. Questo è solo una delle coincidenze strane e meravigliose associate con la Giornata Pi. Ne vuoi un’ altra? Scrivi 3,14 su un pezzo di carta e tienilo di fronte a uno specchio per vedere quello che accade!

Pi greco è ‘irrazionale’, a proposito, perché i suoi decimali continuano all’infinito, senza alcun modello di ripetizione, e non può essere espresso come un preciso rapporto di due numeri interi. L’approssimazione più vicina, che la maggior parte delle persone ricorda dalle lezioni di matematica di scuola, è di 22/7. Il numero, una costante matematica che esprime il rapporto tra la circonferenza di un cerchio e il suo diametro, è conosciuto sin dai tempi dei babilonesi, almeno, anche se non è stato effettivamente chiamato ‘pi’ fino alla metà del 18 ° secolo.

Dalle sue umili origini nel 1988, il Pi Day cominciò ad attirare l’attenzione di altri scienziati e matematici, e fu ben presto celebrato in scuole e università.

Nel 2009, la Camera dei Rappresentanti ha approvato una risoluzione non vincolante per riconoscere ufficialmente il 14 marzo come la Giornata Nazionale del Pi Greco. Poichè un giorno dell’anno non è davvero sufficiente per celebrare un tale principio matematico affascinante, il Giorno dell’Approssimazione Pi Greco – il 22 luglio – è stato recentemente aggiunto al calendario e, dal 2010, il Giorno Tau è stato commemorato il 28 giugno da parte di coloro che credono che due volte pi – 6,28, ossia il rapporto tra la circonferenza di un cerchio e il suo raggio – sia un numero molto più importante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*