La storia di Internet – Rfc 15

La storia di Internet – Rfc 15

Rfc 15
Rfc 15

L’Rfc, il ”request for comments” è un documento storico che riporta informazioni o specifiche riguardanti nuove ricerche, innovazioni e metodologie dell’ambito informatico o, più nello specifico, di Internet.
Attraverso l’Internet Society gli ingegneri o gli esperti informatici possono pubblicare dei memorandum, sotto forma di Rfc, per esporre nuove idee o semplicemente delle informazioni che una volta vagliàti dall’Ietf, diventando così deglli standard Internet.

I documenti in procinto di diventare standard evolvono secondo i seguenti passi:

  • Proposed Standard: specifica sufficientemente stabile, ha ricevuto un sufficiente feedback dagli sviluppatori, ha un certo interesse nella comunità Internet; tuttavia, questa specifica non è ancora ritenuta sufficientemente matura; gli implementatori devono trattare questa specifica come una specifica ancora immatura;
  • Draft Standard: richiede la presenza di almeno due implementazioni che hanno dimostrato la loro interoperabilità. Indica che l‘Iesg ritiene lo standard sufficientemente maturo;
  • Standard: richiede la presenza di un numero di implementazioni significativo e una notevole esperienza dimostrata dagli utenti su questo standard, gli viene assegnato un numero progressivo nella lista degli standard (STD).

I documenti che non sono ritenuti adatti ad essere standard intermettiani vengono etichettati come:

  • Experimental: documento relativo a qualcosa ancora in fase di ricerca; viene pubblicata a titolo informativo senza che ci sia la pretesa di farlo diventare standard a breve.

    Può essere l’output di un gruppo di lavoro Internet oppure un contributo individuale;

  • Informational: documento di tipo informativo su un determinato argomento; può non disporre di un particolare consenso nella comunità Internet e non rappresenta una raccomandazione di sorta;
  • Historic: standard che sono ormai completamente rimpiazzati da nuove specifiche oppure sono caduti in disuso;
  • Best Common Practice (BCP): documenti che suggeriscono alcuni modi di comportamento/configurazione che non sono standard ma consigliati. Deve esistere consenso anche in questo caso, ma il processo di approvazione è più veloce.

Queste specifiche, comunque, diventano spesso standard de facto.
Tutte le Rfc vengono inviate in codice Ascii semplice e vengono pubblicate in tale formato, ma esistono delle eccezioni. Comunque, dal 2008, la versione definitiva di ciascuno standard Std è in codice ASCII.
Per facilitare l’accesso ai metadati di una particolare RFC il sito dell’Rfc Editor offre un comodo motore di ricerca:
http://www.rfc-editor.org/rfcsearch.html

Quindi lo scopo di tutti i mei articoli sarà, d’ora innanzi, di riportarvi tutti gli originali Rfc in Inglese, permettendovi di studiarli per bene, sempre se siete navigàti anglofoni.

Non mi resta che augurarvi…buon lavoro.
Rfc 15


http://www.rfc-editor.org/rfc/rfc15.txt

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Hotmail
Microsoft

Come esportare le email Hotmail

16 agosto 2017 di Notizie

Con Outlook, erede di Hotmail, puoi esportare sul computer le tue email più importanti con pochi clic, scegliendo il formato che preferisci.

Luciano Magaldi 31 Articoli
Blogger, articolista e Ingegnere Php.