“La terza guerra mondiale?”, Elido Fazi sciocca il web COMMENTA  

“La terza guerra mondiale?”, Elido Fazi sciocca il web COMMENTA  

Crisi economica, debito pubblico, colpi di Stato, banche sempre più potenti… Cosa si cela dietro la facciata, apparentemente stabile, del mondo per come lo conosciamo noi oggi? Quali giochi di potere si annidano negli accordi internazionali di cui sentiamo parlare, ogni giorno, nei quotidiani? E ancora, chi davvero detiene questo potere e, soprattutto, quali intenzioni ha?

Punto di domanda

Sono questi gli interrogativi sollevati dal pamphlet di Elido Fazi “La terza guerra mondiale?” (Fazi Editore, 2011), un ebook – scaricabile dal sito dell’editore al prezzo di 1 euro, in lingua italiana e inglese – che sembra essere proprio capitato al momento giusto. Ebbene sì, perché termini come: crisi, euro, banche e Monti sono ormai sulla bocca di tutti e sono spesso fonte di accesi dibattiti. Fazi tenta di dare delle risposte e, cosa molto interessante, non lo fa sulla base di assurde speculazioni, ma partendo da fatti di cronaca appurati e appurabili da chiunque: Camilleri che ci ricorda di trovarci tutti nel bel mezzo della terza guerra mondiale, ma solo in versione soft; il finanziere George Soros che punta il dito contro Lloyd Blankfein, il capo della Goldman Sachs, accusandolo di essere una persona non solo malvagia, quanto addirittura di incarnare il “male assoluto”; il grave debito degli USA e la loro incapacità di uscirne indenni se non, ovviamente, innescando una guerra e, per finire, la legge firmata il 31 Dicembre 2011 dal Presidente Obama che vieta transazioni con la Banca Centrale dell’Iran che, guarda caso, ha avuto l’ardire di aprire una Borsa del petrolio dove si tratta in euro e altre valute, ma non in dollari.


Con occhio critico

Il trattato di Fazi non si limita ad analizzare e illustrare la situazione socio-politica ed economica del globo, ma va ben oltre, maturando, nella mente dei lettori, una coscienza di gruppo che conduce a una fase di ricerca personale e, in definitiva, a un modo di guardare alla realtà del tutto differente da quello che si è sempre avuto. Quanto è grande e radicato e incontrovertibile il potere delle banche? E’ vero, come sostengono molti esperti, che siano proprio queste banche a stabilire vita, morte e miracoli di ogni singola nazionale, piuttosto che i Presidenti eletti dal popolo? Se sì, lo scenario si preannuncerebbe alquanto truce, dal momento che la nostra vita sarebbe letteralmente nelle mani di uomini che si pongono, come primo obiettivo, il raggiungimento di una data cifra numerica, espressa in dollari, euro, sterline e così via.


Massima attenzione

“La terza guerra mondiale?” è una lettura consigliata a tutti. Cenni storici e riferimenti ad analisi di mercato costituiscono una parte importante dell’opera, senza tuttavia comprometterne la scorrevolezza e la leggibilità.

Si tratta di un libro capace di far “aprire gli occhi” al lettore, nel vero senso della parola. Le sue supposizioni, sempre precise e supportate da note adeguate, possono sucitare ogni tipo di sentimento fuorché l’indifferenza e costituiscono, mi si conceda il termine, una vera e propria “guida ai nostri anni”.

Filippo Munaro

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*