La tua casa è infestata? COMMENTA  

La tua casa è infestata? COMMENTA  

 

Gli spiriti potrebbero essere nella tua casa. Dovresti invitarli ad andare via o coesistere felicemente?

Gli esperti dicono che ci sono dei segni che indicano se la tua casa è infestata.


“Non è neanche sul fatto di voler rimanere necessariamente. Si tratta di non volere andare lì, qualsiasi cosa possa succedere.”
— Parapsicologo Loyd Auerbach

Strani rumori a tutte le ore, oggetti che cadono per nessun motivo e trasportano cose per conto loro. Queste esperienze paurose possono darti un brivido se le vedi in un film. Ma quando accadono nella tua stessa casa, questo può far emergere una paura reale. Tu puoi pensare che stai condividendo la casa con alcuni ospiti eterei, ma non lasciarti condurre alla deriva. Gli scienziati dicono che molti degli eventi paranormali sono prodotti dagli umani viventi.

Tracce fantasma

Se pensi che un’ ombra tremolante nell’ingresso sia più strana del semplice offuscarsi delle luci stradali, tu potresti contattare uno come Loyd Auerbach. Ecco perchè la maggior parte delle persone non crede nei fantasmi, e Loyd Auerbach non è uno di loro. “Molti suoni strani quanto basta per tormentarci, nella tua cucina, o oggetti davvero innocui possono comunque terrorizzare le persone perchè non hanno alcuna spiegazione per essi”, sostiene Auerbach.

Una laurea in parapsicologia e 30 anni di studi in fenomeni psichici, hanno portato Auerbach alla larga dalla nozione di attività paranormale. Le persone del suo campo cercano di definire i tipi di eventi sovrannaturali che si affiancano alla vita, specialmente nelle loro case.

L'articolo prosegue subito dopo

Sapere la differenza da una presenza e da un fantasma è importante. Le presenze, che la parapsicologia definisce come incidenti di un “segno” di un evento vissuto in precedenza, sono più comuni dei fantasmi, dice Auerbach.
Apparizioni o fantasmi sono la presenza di una coscienza di un essere umano deceduto in un luogo fisico. Un’apparizione che vi somiglia non includerà lo spostamento di oggetti, come dice Auerbach. E non ci sarà nessuno schema.
C’è un terzo elemento — il poltergeist. I film hanno persuaso la gente che un poltergeist è uno spirito che muove oggetti. Auerbach spiega che il termine invece descrive una persona vivente che ha il potere sugli oggetti attraverso la mente, o la telecinesi—-

[The Black Knight
Nel 1979, l’esperto del paranormale Loyd Auerbach, ricevette una chiamata da una famiglia in Petaluma, California, a proposito di un cavaliere nero che stava girando nella loro casa. Molti membri della famiglia dichiararono di averlo visto e che muoveva degli oggetti. Auerbach e colleghi hanno fatto il viaggio per la California e hanno studiato la casa dopo molte visite. Tra le cose che hanno imparato è che la famiglia aveva un figlio di 16 anni, che era stato dentro e fuori per problemi legali. Scoprirono anche che il ragazzo aveva giocattoli da cavaliere e aveva l’abitudine di travestirsi da cavaliere.]

—–I Poltergeist, dice Auerbach , sono il risultato dell’inconscio. Lui era riuscito inconsciamente a creare nella mente della madre del disturbo a causa delle sue paure sul figlio.
“(Il figlio) non era a casa per il tempo in cui questo avveninva, ecco come abbiamo capito che non era lui l’agente”, lui dice. “Tutto su questo cavaliere nero era un simbolo dei suoi pensieri sul ragazzo”.

E’ nella tua mente — Forse

Un altro modo di sapere se la tua casa ha un’entità soprannaturale è dalla frequenza degli avvenimenti, ma non tenere fuori la possibilità che possa essere un prodotto della tua mente.
Marilyn Mandala Schlitz studia il potere della coscienza umana, inclusa la possibilità che la coscienza possa trascendere il corpo fisico o impegnare un’altra persona. Infatti, Schlitz dice che una mente potente può creare certe esperienze.
“Stimoli ambigui”, lei dice, possono essere interpretati attraverso la lente di “un particolare filtro culturale o prospettiva del mondo.” Schlitz è un antropologa e ricercatrice all’Università di Stanford.
“Io penso che la cosa più importante sia quella di rimanere con i piedi per terra e di non permettere a te stesso di agitarti o stressarti per la situazione perchè la cosa più importante è prenderti cura di te stesso”, dice lei. “Hai qualche forma di controllo su quello che sta accadendo, sulle tue reazioni a questa cosa, o esse stanno dominando la tua vita? Se stanno dominando la tua vita,  probabilmente hai bisogno di qualche aiuto con quello perché non è una cosa sana.”
Se decidi di fare qualcosa, lei suggerisce di consultare una persona specializzata in salute mentale — qualcuno che non abbia la mentalità chiusa alla possibilità che gli eventi possano essere reali.
Nel frattempo, se vuoi la prova che stai dando la caccia ad un fantasma, la tua fortuna potrebbe non assisterti. I veri acchiappafantasmi utilizzano dei rilevatori di campi magnetici, ma essi sono soprattutto usati per stabilire correlazioni tra le esperienze delle persone e le condizioni ambientali.
“Mentre gli altri sono fuori, molti di noi hanno trovato campi magnetici nell’ambiente di molti casi di case infestate che non potrebbero essere spiegati– questo connette all’istinto come provato dai testimoni”, dice Auerbach. “Le correlazioni più consistenti sono legati alle presenze”.

Avere a che fare con il tuo fantsma

Un’opzione per trattare con ciò che è sconosciuto è guardare ad ogni evento separatamente e cercare un’altra spiegazione.
“Questo è molto importante ; questo è quello che facciamo,” dice Auerbach. “Tu puoi avere una casa con un’apparizione, e se l’apparizione terrorizza la famiglia, qualsiasi cosa fuori dall’ordinario che essi non avevano notato prima — come una fotografia che cade dal muro a causa di lavori esterni — questo è colpa dell’apparizione. Loro ora hanno una spiegazione per tutte le cose negative che sono accadute.
“Tu non puoi farlo — devi separare ogni singolo evento dall’altro, e poi cercare una spiegazione, per determinare che cosa rimane di inspiegabile.”
Il passo successivo è quello di cercare di far reagire la figura. Auerbach dice che hai un’apparizione. Lui raccomanda di chiedere all’entità tre domande: chi sei? perchè sei qui? che cosa posso fare per te?
“Questo può sembrare una cosa da pazzi, andare incontro ad un fantasma e fargli delle domande, o loro stanno sentendo delle cose, possono chiederle ad alta voce o mentalmente” dice lui. “Ma sapete, c’è una ragione se la persona è lì, (e) aiuta scoprire perchè è lì. Ecco quello che noi faremmo”
Le presenze sono più difficili da trattare dei fantasmi, perchè sono è nell’ambiente.
“Sapere che è uno schema di una persona che abitava lì, ti permette di immaginartelo come faresti con un forte rumore che senti per strada” lui dice. Inoltre consiglia di incorporare la risata in casa durante il tempo dello schema per “registrarlo” nell’ambiente.

Non avere paura

Il consiglio principale di Auerbach’s per entrambi i fenomeni, le apparizioni o le presenze, è quello di cercare di non avere paura degli eventi. Queste entità non possono farti del male in quanto la parola entità significa nessun male.
“La maggior parte delle persone è abbastanza ragionevole, viva o morta” dice Auerbach. “Può essere che le persone siano confuse. Ci sono alcuni fantasmi in negazione, loro non sanno neanche di essere morti. Qualche volta la ragione per cui sono lì è che sono spaventati.
“Una delle cose che abbiamo fatto..(è) chiedere al fantasma se quando era vivo c’era un qualsiasi posto nel mondo dove avevano sempre desiderato andare ma che non avevano mai avuto la possibilità di visitare. Dobbiamo ricordare ai fantasmi che non sono bloccati nella nostra casa. A loro non serve un biglietto per viaggiare, possono andare ovunque solamente con il pensiero e la volontà di andarci. E così possono andare via.
“Ora se loro davvero poi vanno in questi posti, questo non posso saperlo.”

Case in vendita — Con fantasmi

Hai stabilito che la tua casa contiene attività paranormale, ma se tu la vendi, dovresti informare il futuro compratore?
La possibile esistenza di un’apparizione o presenza può far crescere il valore della casa, ma a seconda di dove vivi puoi determinare il tuo obbligo legale.
Più di 30 stati richiedono al veditore di presentare una sorta di dichiarazione formale ai compratori che la casa può essere una “proprietà stigmatizzata”. Questo vale per case che hanno avuto il loro interno omicidi, suicidi, eventi criminali, e si, paranormali.
Ogni Stato ha una diversa legislazione a riguardo, ma , per esempio tu potresti dire se l’evento è accaduto nei tre anni precedenti alla vendita e spiegare quando esso sia stato importante. L’agente immobiliare e blogger Anita Clark, dice che se sei in dubbio “è usualmente consigliato di dare l’informazione, anche a rischio di perdere la vendita”.
L’associazione nazionale degli agenti immobiliare raccomanda di controllare la legislazione dello Stato e determinare se il marchio è veritiero, se il marchio cambia il prezzo della proprietà o se c’è la negligenza del compratore di acquistare la proprietà, e discutere la divulgazione con chi sarà il compratore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*