La verità su deodoranti e antiperspiranti COMMENTA  

La verità su deodoranti e antiperspiranti COMMENTA  

Il dilemma

Molta gente teme i deodoranti, in quanto alcuni media hanno sostenuto che i deodoranti/antiperspiranti (non sisnonimi) sono causa di cancro al seno. Questa verità è stata condotta da alcuni presunti studi che recentemente non hanno portato a nessuna evidenza scientifica di questo tipo. Un articolo di alcuni anni fa del  Journal of Inorganic Chemistry dichiarava che l’alluminio utilizzato nella produzione degli antiperspiranti, allo scopo di bloccare la fuoriuscita di sudore dalle ghiandole, era una delle cause di cancro al seno, in quanto lo stesso alluminio era stato trovato in quantità elevate nel sangue di chi era affetto da cancro al seno.


La soluzione

L’evidenza in questo caso suggeriva il presunto assorbimento della sostanza nel sangue, tramite la pelle causando un cambiamento negli estrogeni delle cellule del seno. In realtà questa dichiarazione non ha nessuna base scientifica: l’alluminio è una sostanza presente anche nell’acqua potabile, nei cibi e nella carta stagnola, che utilizziamo quotidianamente ma che non sono cause di cancro. C’è da ricordare anche la differenza tra deodoranti e antiperspiranti: gli antiperspiranti  bloccano il sudore, i deodoranti no. Il deodorante però contiene parabeni, sostanze utilizzate in cosmetica e negli alimenti come conservanti. Un dibattito ancora costante,  suggerisce  che i parabeni  hanno la capacità di indebolire  il comportamento degli estrogeni, ormoni femminili, e per questo motivo potrebbero avere un ruolo  nella causa del tumore al seno. Tuttavia ancora una volta non si può dire che il deodorante causi cancro al seno perchè  non è stata evidenziata alcuna correlazione causale scientifica.


 

 

 

Leggi anche

Orzaiolo: quanto dura e come curarlo
Salute

Orzaiolo: quanto dura e come curarlo

Orzaiolo: infiammazione batterica della palpebra. Colpisce bimbi e adulti ed è contagioso. Prevenzione, la cura migliore. Igiene di occhio e mani Orzaiolo: a differenza del calazio, non è cronico e si manifesta sporadicamente, anche se in modo Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*